CENTRO TEMATICO NAZIONALE TERRITORIO E SUOLO

V.della Rocca, 49 - 10123 Torino - ctntes@arpa.piemonte.it - Tel 011/8153346

home

INDICATORI    

 SITI DI ESTRAZIONE DI MINERALI DI PRIMA CATEGORIA (MINIERE)

SCOPO

Quantificare le attività antropiche di “siti di estrazione di minerali di prima categoria” a elevato impatto ambientale-paesaggistico strettamente correlate al contesto geologico e geomorfologico locale.

DESCRIZIONE

Questo indicatore considera gli insediamenti estrattivi di sostanze minerali metalliferi e non metalliferi per uso industriale con esclusione delle risorse energetiche, considerate con un apposito indicatore.

L’indicatore preso in esame rientra nel modulo delle “Pressioni” nello schema DPSIR.

Oltre a definire la diffusione sul territorio di siti estrattivi e relativi impianti di servizio (per es. bacini di decantazione, discariche di scarti di lavorazione ecc.), fornisce informazioni circa l’esistenza di possibili focolai di diffusione di sostanze inquinanti la cui sorgente è da porre in relazione alla presenza di aree di discarica di materiale di scarto delle lavorazioni nonché, per i siti dismessi, alla struttura stessa dell’area coltivata (gallerie in sotterraneo ecc.). Gli insediamenti sopra citati sono inoltre indice di degradazione del suolo in quanto le attività antropiche a esso collegate comportano consumo di risorse non rinnovabili, determinano perdita delle coperture pedogenetiche, possono essere causa del degrado qualitativo sia del suolo che delle falde acquifere sottostanti, possono aumentare la vulnerabilità degli acquiferi, modificano la morfologia naturale con possibili ripercussioni sulla stabilità dei versanti, creano le condizioni per l’instaurarsi di aree degradate e/o discariche abusive di rifiuti.

 

UNITÀ di MISURA

Numero, tonnellata

FONTE dei DATI

Elaborazione APAT/CTN_TES su dati forniti dal Ministero delle attività produttive, Direzione Generale Miniere, e ISTAT

NOTE TABELLE e FIGURE

Nella tabella 12.25 viene riportato il numero di miniere al 1999, mentre nelle figure 12.26 e 12.27 viene riportata la produzione annua in migliaia di tonnellate di minerali metalliferi e non metalliferi dal 1993 al 2001.

STATO e TREND

L’andamento dei dati delle attività minerarie denuncia un’evidente diminuzione della produzione di minerali metalliferi, ormai molto ridotta, a cui corrisponde un leggero aumento della produzione di minerali non metalliferi.

La valutazione complessiva è di un trend indifferente, nel quale non sembrano prevalere nettamente aspetti positivi o negativi.

OBIETTIVI FISSATI dalla NORMATIVA

Non esiste una normativa europea specifica. La Comunicazione sul suolo della CE - COM(2002)179 - annuncia una prossima Direttiva sui rifiuti di miniera. La normativa nazionale fa riferimento, oltre che al RD n. 1443 del 29/07/27 alla L  179/02, all’art. 22, che prevede il Censimento, attualmente in corso, dei siti minerari abbandonati.

PERIODICITÀ di AGGIORNAMENTO

Annuale

In riferimento alla domanda di informazioni da parte della normativa, l’indicatore fornisce informazioni incomplete circa i siti minerari abbandonati, anche se va ritenuto abbastanza aderente alla richiesta derivante dalla problematica ambientale descritta. Sarebbe sicuramente molto più utile conoscere anche la quantità e la localizzazione dei rifiuti di miniera.

I dati sono comunque comparabili e affidabili, anche a livello di tempo e di spazio